Memorie di Haffner

Rutilante, pirotecnico, assolutamente brillante per la scrittura. La storia resta un po’ troppo in superficie, forse perché vuole riflettere la vita di un uomo che è stato superficiale, colto nel momento in cui si rende conto di essere al tramonto, ma il signor Haffner, nonostante edonismo e grandeur, non è certo l’imperatore Adriano e – anche se fatica a riconoscerlo – ne è consapevole. Autore: Adam Thirlwell Titolo: La fuga Editore: Guanda in libreria dal 4 marzo 2010 Continua a leggere Memorie di Haffner

Crudele come ogni fiaba

Crudele come solo una fiaba può essere. Straniante fin dalla prima riga, eppure ambientato in un mondo perfettamente coerente. Una voce unica e originale, ‘nera’ come poche altre che mi sia capitato di leggere. Procede come un respiro ora lento e regolare, ora accelerato e convulso, sorprendendoti di continuo, sottraendoti ogni possibilità di prevederne lo sviluppo, mettendoti addosso il giusto senso di inquietudine che immancabilmente deriva da una storia come quella di Hester. Autore: Sofie Laguna Titolo: Un segreto non fa rumore Editore: Garzanti libri Continua a leggere Crudele come ogni fiaba

Una cronaca del G8 a Genova

Testimonianza bella e civile su una pagina troppo nera della storia italiana. Promosso a pieni voti, nonostante qualche ingenuità linguistica qui e là (a volte i dialoghi tra alcuni personaggi sembrano lievemente artefatti): il ritmo di questa cronaca per immagini è quello giusto, così come lo sono le scelte estetiche per dar corpo alla sceneggiatura del racconto, che è di una lucidità sorprendente. Continua a leggere Una cronaca del G8 a Genova