Prima pensare

Copertina di Qui dobbiamo fare qualcosa. Sì, ma cosa?Mi sono ritrovato ad annuire talmente tante volte durante la lettura che di stelle avrei potuto darne anche quattro o cinque perché è necessario ribadire continuamente e ad alta voce quanto è importante pensare, approfondire, non fermarsi alle apparenze, non restare in superificie, affrontare la complessità del mondo circostante per arginare le ondate reazionarie che travolgono il Paese (e il pianeta) da trent’anni a questa parte; è necessario ribadire continuamente e con voce forte e chiara che per risolvere i problemi non basta dire sempre NO, pronunciare parole magiche oppure rifugiarsi in una presunta età dell’oro passata, tutti comportamenti che nascono dalla paura e dall’incapacità di rimboccarsi le maniche e darsi da fare per ritrovare quell’idea di progresso che abbiamo perso per strada.
Solo un dubbio, che poi spiega anche il numero di stelle: da un saggio d’impegno civile (anche se di tipo “personale” quindi più facile e divulgativo come precisa l’autore) mi aspetterei di più che vedere rispecchiate idee e riflessioni mie e delle persone che mi stanno intorno, mi aspetterei che mi suggerisse nuove idee e – nei casi più fortunati – nuovi modi di pensare.

Autore: Antonio Pascale
Titolo: Qui dobbiamo fare qualcosa. Sì, ma cosa?
Editore: Laterza

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...