La lezione progressista di J.K. Rowling

image

…il libro ironizza sull’ignoranza delle élite, che pretendono sempre di sapere cosa sia meglio per chiunque altro.
«Quanti di noi sono veramente capaci di espandere il proprio pensiero al di là della propria esperienza personale? Dei poveri si discute come di un miscuglio omogeneo, simile al porridge. L’idea che possa tratrarsi di esseri umani, che si trovano in quelle specifiche condizioni per ragioni molto differenti e motivazioni diverse, pare anch’essa sfuggire loro completamente. Parlano di irresponsabili ragazze madri adolescenti, impegnate nella ricerca di un alloggio popolare. Non è tragico che da alcune persone questo sia considerato il massimo della sicurezza e della salvezza? Come sarebbe la vostra vita se questa fosse l’unica strada percorribile davanti a voi? In realtà, non so se questa è effettivamente una domanda che certa gente si pone mai.»
Decca Aitkenhead intervista J.K. Rowling (su Repubblica, sabato 22 settembre 2012)

Che The Casual Vacancy, il nuovo romanzo di J.K. Rowling – il suo esordio nel mondo della narrativa per adulti (pare sia un classico mystery all’inglese) – sarebbe stato un libro evento, e in ogni caso degno di attenzione, era scontato, ma che J.K. Rowling potesse dare una simile lezione di progressismo è una vera sorpresa per me. Complimenti.
Adesso sono curioso di leggere il romanzo che uscirà il 27 settembre in edizione originale.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...