La battaglia per la libertà di espressione: Salman Rushdie racconta in prima persona a BookCity la sua esperienza degli anni della fatwa

Salman Rushdie e Mario Calabresi al Teatro Franco Parenti per BookCity

Si conclude oggi la prima edizione – la numero zero – di BookCity, manifestazione che nelle intenzioni del comitato organizzatore deve restituire a Milano il ruolo di capitale dell’editoria nazionale. Nel nutritissimo cartellone degli appuntamenti (circa 350 – sparsi dal centro alle periferie – in 3 giorni) che ha portato in città convegni, mostre reading e altri eventi nel segno dei libri, non sono mancati gli incontri con gli autori, una vera e propria manna per i lettori che hanno potuto vederli e ascoltarli dal vivo. Non sono mancate le presenze di grandissimi autori internazionali, tra i quali Salman Rushdie di cui la casa editrice Mondadori ha di recente pubblicato il memoir Joseph Anton, un libro in cui racconta i difficili anni della vita in clandestinità cui era stato costretto dalla “fatwa” pronunciata dall’ayatollah iraniano Khomeyni per aver scritto I versi satanici.

Di seguito, una cronaca – fatta a partire dai tweet che avevo annotato – dell’incontro-intervista con il direttore della Stampa Mario Calabresi e Salman Rushdie, che si è tenuto alle 11 di questa mattina nella Sala Grande del Teatro Franco Parenti di Milano, dal titolo La battaglia per la libertà di espressione: Salman Rushdie ci racconta in prima persona la sua esperienza degli anni della fatwa. Continua a leggere “La battaglia per la libertà di espressione: Salman Rushdie racconta in prima persona a BookCity la sua esperienza degli anni della fatwa”