Il web ci rende più avventati?

Laura Boldrini, Presidente della Camera dei DeputatiQuante parole inutili sono state sprecate negli ultimi giorni a proposito dell’articolo-intervista della giornalista Concita De Gregorio alla Presidente della Camera Laura Boldrini? Una levata di scudi completamente immotivata a difesa della libertà del web e della non necessità di leggi speciali per intervenire su chi via web insulta e minaccia (perché le leggi ci sono già, basta applicarle sia on sia off line).

La giustificazione del titolo fuorviante non ha senso, sarebbe bastato prendersi il tempo di leggere l’articolo (qualche minuto) da cima a fondo per capire 3 cose:

  • il tema principale era un altro;
  • non si invoca alcuna legge speciale, ma si pone il problema di una legislazione adeguata anche alle specificità legate al mezzo Internet;
  • il passaggio incriminato sul “controllo del web” era nient’altro che un esplicito richiamo a una maggiore consapevolezza del nostro essere in Rete, dove – anche senza più l’illusione dell’anonimato – sono ancora troppi a lasciarsi andare (e nei casi citati a sconfinare nella barbarie) più facilmente che in altri contesti.

Spostare il focus della discussione su questo secondo piano significa inoltre oscurare quello principale, la violenza fisica, verbale e culturale contro le donne, proprio mentre l’obiettivo dell’intervista era bucare il silenzio sull’argomento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...