Cose che cambiano e processi che si ripetono: libri scritti a mano, stampati e digitali

“Verso il 1470 la nuova invenzione della stampa però sulle committente ricevute dagli scribi, e San Vito cominciò per tutta risposta a confezionare libri preziosissimi con cui nessuno stampatore poteva competere.”

Ewan Clayton, Il filo d’oro. Storia della scrittura, Bollati Boringhieri editore.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...