The fastest growing publishing company of the year 2013

Tra i progetti che ho seguito e curato quest’anno, ce n’è uno che ho particolarmente a cuore e che ritengo sia ben riuscito: l’avviamento dell’attività editoriale di Libromania (sito web: www.libromania.net), un editore nativo digitale, nato per dialogare con il mondo del self publishing, riaprire un canale diretto tra aspiranti autori ed editori, assistere nella pubblicazione le voci più interessanti con interventi in fase di editing, publishing, produzione e marketing.

Continua a leggere “The fastest growing publishing company of the year 2013”

Sui book blog secondo eFFe

Copertina di I book blog. Editoria e lavoro culturale di eFFeAvrei potuto cavarmela lapidariamente con un tweet, chiedendomi se quella eFFe in copertina non stesse per fuffa invece che per lo pseudonimo dell’autore, ma sarebbe stato troppo facile: il tema mi interessa e mi è sembrato più sensato provare a spiegare il disappunto verso la ricognizione su book blog, editoria e lavoro culturale fatta da uno dei “personaggi più attivi nella rete culturale”, come lo ha definito Loredana Lipperini su Repubblica domenica scorsa. Insomma, con questo post sto cercando di rispondere alla domanda che mi ronza per la testa da un paio di giorni, da quando sono arrivato in fondo all’ebook I book blog. Editoria e lavoro culturale: tutto qua quello che pure uno bravo come eFFe riesce a dire sull’argomento?

Riassumendo:

  • I book blog sono – o dovrebbero essere – luoghi di discussione culturale nel senso più ampio possibile.
  • I book blog non dovrebbero essere casse di risonanza degli uffici stampa, comunicazione e marketing delle case editrici. Continua a leggere “Sui book blog secondo eFFe”

Book detector: un sito per lettori militanti?

È stato appena lanciato Book Detector e, incuriosito, qualche sera fa sono andato alla presentazione che si è tenuta nella sala Bausch del teatro Elfo Puccini a Milano. La vera novità del progetto sta nel suo essere in controtendenza rispetto ai principali fenomeni del momento e non mi riferisco solo alla scelta di un nome così poco accattivante (bello il logo invece).  Continua a leggere “Book detector: un sito per lettori militanti?”

Autori, editori e tutti gli altri intorno (me incluso)

Per valutarlo; per editarlo e correggerlo; per trovarne i punti di forza e promuoverlo con librai, giornalisti, blogger e lettori; per capire perché l’editore straniero o la concorrenza ne hanno fatto un best seller; perché è lì…

More about ImplosionLavorando in una casa editrice l’accesso ai libri è più semplice e certamente più economico, a volte però è condizionato dal lavoro: capita anche a me di leggere libri che non sarei mai andato a cercare, che non avrei mai trovato invitanti o adatti ai miei gusti o anche che non avrei mai notato perché sommersi nel mare delle decine di migliaia di uscite annuali tra le quali annaspa persino il bibliofilo più incallito. L’ultimo in ordine di tempo tra quelli che non sarei mai andato a cercare è un romanzo italiano (l’autrice ha scelto di firmarsi con uno pseudonimo però) nel quale mi sono imbattuto qualche mese fa, quando ho cominciato a lavorare per l’editore De Agostini libri: Implosion di M.J. Heron. Continua a leggere “Autori, editori e tutti gli altri intorno (me incluso)”

Essere Marco Cassini

Marco Cassini si racconta come editore di minimum fax in un libretto che non manca della necessaria leggerezza. Editore di progetto, editore di catalogo, editore come imprenditore, ma soprattutto editore per passione: forse è anche per questo che minimum fax mi piace. Autore: Marco Cassini Titolo: Refusi. Diario di un editore incorreggibile Editore: Laterza Continua a leggere Essere Marco Cassini