Fumetto civile

Copertina di L’inverno d’ItaliaAutore: Davide Toffolo
Titolo: L’inverno d’Italia
Casa editrice: Coconino Press

Tutto è scarno ed essenziale in questa testimonianza a fumetti di Davide Toffolo che, attraverso gli occhi due bambini, racconta i campi di concentramento allestiti dall’Italia fascista per internare i cittadini sloveni.

Continua a leggere “Fumetto civile”

Mi ha ricordato Persepolis

Impossibile non pensare a Persepolis, il bianco e nero e certe scelte stilistiche nella raffigurazione dei personaggi sembrano discendere direttamente da lì (e probabilmente entrambe devono molto alla tradizione dell’illustrazione araba). La narrazione invece sta su un registro completamente diverso e in questo Mi ricordo Beirut sta a Persepolis come le impressioni annotate su un diario stanno a un grande romanzo di formazione. Ho provato una certa malinconia al pensiero di quale splendido Paese doveva essere il Libano prima della guerra. Autrice: Zeina Abirached Titolo: Mi ricordo Beirut Editore: Becco Giallo Continua a leggere Mi ha ricordato Persepolis

Abbasso gli stereotipi

È un bel racconto a fumetti: le immagini raccontano una storia, i personaggi prendono forma dai disegni e le parole fanno da accompagnamento e fanno il resto, non sembrano di troppo, non sono sprecate. E infine, nota davvero personale, che soddisfazione veder messo in cattiva luce qualsiasi stereotipo, anche quelli positivi. Autore: Adrian Tomine Titolo: Una lieve imperfezione Editore: Rizzoli Continua a leggere Abbasso gli stereotipi

Una cronaca del G8 a Genova

Testimonianza bella e civile su una pagina troppo nera della storia italiana. Promosso a pieni voti, nonostante qualche ingenuità linguistica qui e là (a volte i dialoghi tra alcuni personaggi sembrano lievemente artefatti): il ritmo di questa cronaca per immagini è quello giusto, così come lo sono le scelte estetiche per dar corpo alla sceneggiatura del racconto, che è di una lucidità sorprendente. Continua a leggere Una cronaca del G8 a Genova