Invidia e libertà

Quanta invidia per la libertà creativa delle piccole attività di paese, dove puoi chiamare un servizio di assistenza e riparazioni di pc e computer Dr (M)ouse (evidenziando la M perché sia chiaro il richiamo) o trasformare il cognome Bifulco in Beef-ulco nell’insegna della macelleria, senza bisogno di pagare un’agenzia di naming o un mese di inutili scambi di mail e ore di riunioni senza costrutto e senza mai arrivare a una decisione. Continua a leggere Invidia e libertà

Vivere e morire in uno slum di Mumbai

Più riguardo a Belle per sempreHo letto Belle per sempre di Katherine Boo, edizioni PIEMME: reportage narrativo da Annawadi, un piccolo slum sorto negli anni Novanta sui terreni confinanti con l’aeroporto internazionale di Mumbai e gli hotel di lusso che accolgono i ricchi indiani cosmopoliti e i visitatori stranieri a caccia di opportunità per i propri affari. L’autrice però non si concentra sul contrasto tra povertà estrema ed estrema ricchezza, ma sul racconto della vita degli abitanti dello slum a partire da un singolo episodio ben descritto nella presentazione della casa editrice. Continua a leggere “Vivere e morire in uno slum di Mumbai”

Autori, editori e tutti gli altri intorno (me incluso)

Per valutarlo; per editarlo e correggerlo; per trovarne i punti di forza e promuoverlo con librai, giornalisti, blogger e lettori; per capire perché l’editore straniero o la concorrenza ne hanno fatto un best seller; perché è lì…

More about ImplosionLavorando in una casa editrice l’accesso ai libri è più semplice e certamente più economico, a volte però è condizionato dal lavoro: capita anche a me di leggere libri che non sarei mai andato a cercare, che non avrei mai trovato invitanti o adatti ai miei gusti o anche che non avrei mai notato perché sommersi nel mare delle decine di migliaia di uscite annuali tra le quali annaspa persino il bibliofilo più incallito. L’ultimo in ordine di tempo tra quelli che non sarei mai andato a cercare è un romanzo italiano (l’autrice ha scelto di firmarsi con uno pseudonimo però) nel quale mi sono imbattuto qualche mese fa, quando ho cominciato a lavorare per l’editore De Agostini libri: Implosion di M.J. Heron. Continua a leggere “Autori, editori e tutti gli altri intorno (me incluso)”

Un romanzo coraggioso e per niente scontato: The Casual Vacancy di J.K. Rowling

Complimenti a J.K. Rowling per aver scritto un libro coraggioso e per niente scontato, nonostante abbia scelto di raccontare una storia non originale.
The Casual Vacancy Continua a leggere “Un romanzo coraggioso e per niente scontato: The Casual Vacancy di J.K. Rowling”

Scene dalla città degli angeli. E dei demoni.

Copertina di Buongiorno Los Angeles

Autore: James Frey
Titolo: Buongiorno Los Angeles
Editore: TEA

Bel libro, soddisfacente, con una sua identità, una sua voce, un suo valore. Non mi è sembrato epocale Continua a leggere “Scene dalla città degli angeli. E dei demoni.”

Commedia umana

Non ricordo più che giorno fosse, un sabato o una domenica sera di un paio di anni fa, quando mi è capitato di ascoltare Alessandro Baricco a Che tempo che fa?, intervistato da Fabio Fazio: in un passaggio dell’intervista gli ho sentito dire che in fondo anche questo libro potrebbe rientrare a ragion veduta tra le opere eccessivamente sopravvalutate della storia della letteratura, perché se le cose fossero andate diversamente, se il canone fosse stato un altro, forse non gli attribuiremmo tanta importanza. Chissà che le cose non siano andate così e il canone non sia quello che è anche … Continua a leggere Commedia umana